Come scegliere il miglior look e il miglior intimo per il colloquio di lavoro

da | Apr 28, 2022 | Mini Guide | 0 commenti

Sfatiamo il mito che l’abito non faccia il monaco. Sul luogo di lavoro l’aspetto e la presenza contano e, durante un colloquio, bisogna mostrare la propria professionalità anche vestendosi adeguatamente al contesto

Con questo non intendiamo dire che vada valutata la competenza solo in base a ciò che si indossa ma va detto che bisogna anche saper adattare il proprio look ad ogni contesto

Un esempio? Se stessi andando a fare un colloquio come receptionist e ti presentassi in tuta come ci si aspetterebbe dalla personal trainer di una palestra, l’aspetto potrebbe essere fuorviante e non rendere giustizia alla tua professionalità. Ciò non significa che la tuta sia sbagliata, è solo poco idonea per il contesto e il colloquio di lavoro per il quale ti stai proponendo. 

 

L’importanza della prima impressione 

 

Ragazza si presenta ad un colloquio di lavoroLa prima impressione conta molto ed è inutile negarlo. Molteplici studi attestano che nel momento in cui dai “una prima impressione” a una persona, il cervello di quest’ultima ne viene influenzato al punto da dar vita a una serie di processi e meccanismi cognitivi che estendono l’impressione a una visione generale. E sai cosa determina spesso la prima impressione? L’abbigliamento. Eh sì, è il primo strumento per determinare un’eccellente prima impressione di se stessi. L’abito dunque fa il monaco, influenza chi incontriamo in qualsiasi contesto di lavoro. 

 

L’outfit giusto per fare buona impressione 

 

Che si tratti di un look troppo trasandato, casual o elegante parliamo in ogni caso di soluzioni che non vanno bene. Come vedi, il troppo storpia in ogni caso

Basta un filo di trucco, mettere in ordine i capelli e mantenere un profilo minimal per essere sempre impeccabile in ogni contesto

L’outfit giusto, come già detto, bisogna sceglierlo in base al settore professionale per il quale stai sostenendo il colloquio. Ti facciamo degli esempi. 

 

Lavoro di addetta alle vendite 

 

Spesso, soprattutto le grandi catene di abbigliamento, prediligono un look basic che punta al colore nero. Perciò, prediligi jeans e pantaloni di colori scuri abbinati a una t-shirt, camicia o blusa tono su tono. Non è necessario strafare. Semplice non vuol dire non curato. 

 

Segretaria e Receptionist 

 

Meglio presentarsi con un bel completo, magari un tailleur. Va bene anche la scelta del tailleur a pantalone. L’ideale, però, è abbinare un blazer dello stesso modello, fantasia o colore. Per evitare di rendere il look eccessivamente serio, puoi puntare su una blusa al posto della classica camicia.

 

Professioni motorie 

 

Il consiglio è di evitare tute e completi sportivi ma mantenere un minimo di eleganza con un jeans e un maglioncino, oppure jeans e t-shirt. L’ottimo compromesso che non fa sfigurare mai. 

Questi sono solo alcuni esempi per permetterti di comprendere le sottili differenze che possono presentarsi in base al ruolo per il quale ti stai proponendo. La parola chiave, in ogni caso, resta sentirsi a proprio agio

 

Colloquio in azienda 

 

Ragazza sostiene colloquio di lavoroNon tutti i colloqui in azienda sono uguali: il contesto anche qui può rivelarsi più o meno informale in base alla compagnia per la quale potresti lavorare. Questo può determinare anche il modo in cui presentarti e approcciare. 

Un piccolo segreto utile per comprendere questi particolari è guardare sul sito dell’azienda per comprenderne i valori, il tono di voce, se esistono post in cui sono presenti i dipendenti per vedere come appaiono. 

Tutto questo ti aiuterà a comprendere come meglio presentarti durante il colloquio e per appurare se l’azienda ha un approccio più formale o più informale. 

Attenzione, perché informale non significa trasandato. Potrai mostrarti più casual-chic, pensare di mettere i jeans sotto al blazer ma non di certo presentarti in leggins, canotta e sneakers. 

Potrebbe essere inutile dirlo ma meglio prevenire che curare: evita jeans bucati, strappati e qualsiasi cosa sembri rotta. Quelli vanno di moda per il tempo libero ma non fanno proprio un bel figurone a un primo appuntamento con il datore di lavoro. 

La cosa migliore per non sbagliare mai, qualsiasi sia la posizione che potresti ricoprire, è andare al colloquio con gli abiti ben stirati e di buona qualità, che non presentino zone rovinate o macchiate. 

 

Colloquio online 

 

Nonostante la cura dell’outfit per un colloquio online non sia la stessa che per il colloquio in presenza, non conviene omettere i particolari

In questo caso, bada bene che i capelli siano in ordine e, magari, truccati leggermente per mettere in risalto le linee del tuo viso

Per l’abbigliamento, scegli colori neutro e a tinta unita, nulla di appariscente. 

 

Colloquio in estate 

 

Ragazza sostiene colloquio di lavoroNota dolente: tutti sudiamo, le camicie diventano insopportabili, i blazer diventano oggetti demoniaci e il trucco intollerabile. Eppure, molte sono le aziende che prediligono l’assunzione di nuovo personale proprio nei mesi estivi, per essere operativi con il nuovo organico con lo scoccare del nuovo anno lavorativo che parte sempre da settembre.

In questo caso non puoi evitare il sudore ma limitarlo sì, soprattutto, evitare tutti quei tessuti che tendono a mettere in bella evidenza le antiestetiche chiazze che tutti conosciamo

Qualsiasi sia la posizione professionale per la quale stai per sostenere un colloquio, cerca di prediligere capi in cotone e in lino. Meglio ancora se di colore chiaro

Grazie alla bella stagione, puoi anche pensare di indossare un abito oppure se proprio non vuoi rinunciare alla camicetta, sceglila in lino

 

L’importanza dell’intimo per l’outfit da colloquio 

 

Ragazza sostiene colloquio di lavoroAnche l’intimo vuole la sua parte e diventa molto importante per il look che scegli per sostenere il tuo colloquio di lavoro. Non vorrai mica sembrare volgare abbinando un reggiseno nero sotto la blusa bianca? 

Oppure, ancor peggio, far intravedere la forma degli slip dalla gonna aderente o il colore del body dai pantaloni color pastello? 

Ecco qualche consiglio utile per scegliere l’intimo giusto in base all’outfit. 

 

Intimo per capi chiari 

 

Sotto i capi bianchi o chiari scegli sempre una lingerie bianca o color carne che non faccia intravedere nulla. Evita l’effetto vedo/non vedo e dunque cerca di evitare capi trasparenti o semitrasparenti di qualsiasi tipo. 

In ogni caso, se proprio volessi sapere come si abbina la perfetta lingerie sotto le trasparenze clicca qui sul nostro approfondimento

 

Capi aderenti 

 

Che sia una gonna, un pantalone a vita alta o un abito, scegli sempre lingerie in microfibra priva di cuciture per evitare che si veda la forma dello slip sotto ogni capo di abbigliamento, anche il più elegante dell’armadio. 

 

Capi in lino 

 

Abbiamo parlato di quanto sia confortevole scegliere il lino e il cotone come tessuti per i tuoi outfit da colloquio in estate. Come ben saprai, i capi di abbigliamento in lino sono prevalentemente utilizzati nei periodi molto caldi ed è anche per questo che le nuance di colore sono spesso chiare. Inoltre, il lino è un tessuto leggermente semi-trasparente anche in nero o in blu, ecco perché è sempre meglio utilizzare una lingerie color carne e senza cuciture che faccia diventare completamente invisibile ogni parte del corpo. 

 

Quale lingerie scegliere? 

 

Body Flaminia della collezione Clara IntimoDipende da quale look hai scelto per il tuo colloquio di lavoro. 

Ad esempio, se indosserai una gonna a vita alta, scegli il Body Flamina che fascia ogni parte del tuo corpo evitando qualsiasi tipo di “effetto cuscinetto” sulle zone più voluminose della donna.

Per sentirti a tuo agio e trovare il giusto comfort con qualsiasi capo d’abbigliamento deciderai di indossare, scegli il Body Vanina. 

Se punti sulla lingerie spezzata, invece, scegli lo slip Flo a vita alta oppure Victoria per una vita super alta. Entrambi sono contenitivi e perfetti per fasciare la zona bassa della pancia, tra le più critiche di molte donne. 

Invece, se desideri una lingerie che fasci e modelli le sinuose forme del tuo corpo, non potrai fare a meno della comodissima panciera Vickie. 

In quanto a reggiseni, ti consigliamo sempre un modello comodo e che possa adattarsi a qualsiasi tipo di indumento. Non possiamo che parlare di Fiona

 

Le regole d’oro per il colloquio di lavoro perfetto

 

Ragazza attende per un colloquio di lavoroEcco le regole d’oro che valgono per qualsiasi colloquio di lavoro e in qualsiasi contesto:

  • Indossa abiti puliti e stirati.
  • L’outfit dev’essere della tua taglia, non scegliere un abbigliamento succinto.
  • Prendi spunto dal look dell’azienda e, come detto prima, cerca di reperire informazioni sul loro approccio all’organico e ai clienti.
  • Evita scollature esagerate, gonne troppo corte e maglie particolarmente sbracciate.
  • Prediligi i colori tenui, ancor meglio se tinta su tinta.
  • Limita gli accessori, non sei un lampadario e non devi andare in discoteca. In occasioni come queste l’unico modo per brillare davvero è mostrando la tua professionalità e le tue competenze in merito al ruolo ricercato.
  • Non esagerare nemmeno con il trucco o l’acconciatura. Cerca di rimanere semplice e sii sempre te stessa.
  • Non indossare abiti che non sei abituata a portare solo per fare una buona impressione.
  • Sii previdente: prepara l’outfit con il giusto anticipo e provalo. Non sceglierlo all’ultimo momento, altrimenti rischi di commettere qualche scivolone di stile che potrebbe lasciare insoddisfatta prima di tutto proprio te stessa.

 

Ultimo consiglio: segui la regola dell’80/20 

 

Ne hai mai sentito parlare? È una regola che non fallisce mai in nessun settore e con nessuna azienda. Consiste nel distribuire l’80% del look verso uno stile più classico-minimal e lasciare al restante 20% per sbizzarrirti con la tua personalità

Per esempio, un ottimo modo per mettere in pratica la regola dell’80/20, è abbinare al tailleur una scarpa bassa oppure una Superga. Altrimenti, puoi giocare con gli accessori per riempire quel 20%: magari con il tuo paio di orecchini preferito.

Se hai bisogno di un consiglio per scegliere il look perfetto per il tuo prossimo colloquio di lavoro, non esitare a scriverci. Il nostro team è a tua disposizione per aiutarti a scegliere l’intimo che esalti le tue forme sotto ogni indumento.

0 0 Vota
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Leggi anche..

Scopri la qualità Made in Italy

 

Tutti i capi Clara sono realizzati artigianalmente nello stabilimento di Carinaro
dal nostro staff. I prodotti sono esclusivamente e interamente Made in Italy per garantire un’alta qualità, una resistenza nel tempo e il 100% di sostenibilità

Le collezioni Clara

Linea Sposa

I nostri Boby

 
I Reggiseni Clara

Le  Mutande

 

I modellatori

 

CLARA S.R.L.

Consorzio Impre.Co. – Lotto 29
Zona Industriale Aversa Nord
81032 Carinaro (CE) ITALIA

Ufficio commerciale:
commerciale@clara-intimo.it
Ufficio Press: Mariaelena Morelli
press@clara-intimo.it
Digital Agency:
DNA Agency 
info@dna-agency.it

Contatti

Tel.  081 891 80 70 
081 502 88 99
Fax. 081 502 96 81
info@clara-intimo.it

P. IVA: 03601890613

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Inserisci la mail, clicca invio e iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le news e le promozioni di Clara!

Meraviglioso! Ti sei iscritto.