Come scegliere la misura corretta del reggiseno: i consigli di Clara

Esiste un indumento intimo più prezioso del reggiseno per una donna? Il miglior alleato per assicurarsi quella sensazione quotidiana di benessere e comfort.


Il reggiseno è il complice perfetto per donare alla propria silhouette quel tocco di femminilità e sensualità, valorizza il nostro décolleté, facendoci sentire sempre al meglio con noi stesse

Proprio per questo, non farti tentare da capi intimi di bassa qualità soltanto perché costano poco. Ricorda: meglio averne pochi ma buoni piuttosto che tanti e scadenti.

Oggi ti guideremo nella scelta del reggiseno più adatto alle tue esigenze, partendo dal passaggio più importante: come trovare la taglia giusta.

4 consigli su come scegliere correttamente la taglia del proprio reggiseno

 

Reggiseno 15R11Sembra assurdo da credere, ma la maggior parte delle donne sceglie male il reggiseno da indossare.

E così facendo non garantisce il corretto sostegno al décolleté selezionando misure o troppo larghe o troppo strette, dando vita a quel fastidioso senso di costrizione. 

Sebbene le taglie ovviamente siano soggette a delle piccole varianti in base al modello e al brand che acquistiamo, tutte seguono un preciso sistema di misurazione.

Vediamo insieme su cosa si basa.

 

1) Misurare la fascia 


Bisogna partire dal misurare la fascia di circonferenza. Prendi un metro (quello che viene comunemente usato dalle sarte) e, partendo da sotto al seno, misura l’intera circonferenza.

L’importante è tenere le braccia rilassate, rivolte verso il basso. Qualora dovessi riscontrare delle pieghe di pelle che si sono formate sotto il metro, non stupirti: ciò avviene perché il calcolo si effettua tenendo stretto il metro, l’unico metodo che ci garantisce una corretta e precisa misurazione.

 

2) Misurare il busto

 

Reggiseno 15R12

Il secondo step è misurare il proprio busto. Il procedimento è il seguente: prendi il metro e parti questa volta dalla parte più piena e prosperosa del seno. A differenza di prima, ricorda di non stringere troppo il metro: qualora ciò avvenisse, ti ritroveresti con una misura inferiore a quella reale e ciò causerebbe quel fastidioso senso di costrizione, dovuto a reggiseni troppo piccoli

Entrambe le misure vanno prese dinanzi ad uno specchio: ciò ti aiuterà a evitare eventuali errori e imprecisioni legati a una postura non corretta.

 

3) Misurare la coppa


Una volta segnate le due misure, rilevare quella della coppa non sarà più così difficile. Basta infatti sottrarre il valore della fascia a quello della circonferenza: il risultato sarà la misura della coppa

Reggiseno Nancy

La differenza determina la taglia della coppa:

  • Meno di 2,5 cm = AA
  • 2,5 cm = A
  • 5 cm = B
  • 7,5 cm = C
  • 10 cm = D
  • 12,5 cm = DD
  • 15 cm = DDD (E nel sistema di misura Britannico)
  • 18 cm = DDDD/F (F nel sistema di misura Britannico)
  • 20,5 cm = G/H (FF nel sistema di misura Britannico)
  • 23 cm = I/J (G nel sistema di misura Britannico)
  • 25,5 cm = J (GG nel sistema di misura Britannico)

 

4) Ricorda una cosa…

 

Non dimenticare mai ciò che stiamo per dirti: la misura della coppa non rappresenta un valore assoluto. Se ad esempio possiedi una coppa B, non pensare che sia la stessa su tutte le misure di fascia. Ciò avviene perché la dimensione della coppa è direttamente proporzionale a quella della fascia, quindi vi è una stretta correlazione tra le due.

Come verificare la vestibilità di un reggiseno

 

Reggiseno Christal

Prima di acquistare un reggiseno, ricorda di misurarlo sempre. Non sentirti in imbarazzo: se tantissimi negozi di intimo permettono di effettuare la prova è proprio per evitare ai clienti di scegliere un modello sbagliato

Non andare in panico se non riesci nell’immediato a trovare un capo intimo adatto alle tue esigenze: come ti abbiamo detto, la selezione del reggiseno deve avvenire correttamente per garantirti il giusto sostegno e benessere. 

 

1) Cerca un modello dalle misure “corrette”

 

Provare il reggiseno da acquistare è un passaggio fondamentale. Di contro, però, partire da misure errate di certo non ti faciliterà la scelta. Per questo, tieni bene a mente le misure che dapprima hai rilevato, ossia quelle del busto, della circonferenza e della coppa. 

 

2) Verifica la stabilità del reggiseno

 

Il fastidioso effetto scivolamento del reggiseno sopra il seno: quante di noi almeno una volta nella propria vita l’hanno provato?

Per evitare che ciò accada, a causa della fascia toracica troppo allentata, occorre testare il capo intimo

Come? Alza le braccia, piegati leggermente all’indietro e verifica se il reggiseno si alza in direzione del seno, non restando stabile. Qualora ciò dovesse avvenire, cambia misura.

Per essere adatto alle tue esigenze l’elastico del reggiseno deve essere allineato sia nella parte del sottoseno che in quella della schiena. Nel caso non lo fosse, la misura non è corretta. 

3) Evita l’effetto quadrilatero

Reggiseno Laura

 

Cosa si intende per effetto quadrilatero? Quando invece di due seni, sembra che ne abbiamo quattro! Questo succede quando le coppe sono troppo piccole per la nostra fisicità e quindi non vi è abbastanza spazio per sostenere il décolleté. 

 

4) Verifica l’aderenza della fascia

 

Questo è un passaggio fondamentale per evitare quel fastidioso senso di costrizione

La prova migliore per verificare se la misura della fascia è corretta è far passare le dita sotto il bordo del tessuto.

Se lo spazio c’è, non avrai alcun problema. Se invece non c’è, significa che la fascia è troppo stretta e che una volta indossato il reggiseno quasi sicuramente ti provocherà fastidio e dolore.

 

5) Verifica le bretelle

 

Un altro elemento che potrebbe causarti fastidio è la presenza di bretelle non regolate correttamente.

Se troppo strette sulle spalle, possono provocare problemi a lungo termine (tra cui mal di schiena, mal di testa e anche danni ai nervi). 

6) Fai attenzione ai ferretti

 

Reggiseno Melba

Infine, t’invitiamo a prestare molta attenzione ai ferretti. Se non montati correttamente, possono creare seri problemi. Verifica inoltre i materiali con cui sono prodotti: ad esempio, la presenza di ferretti in nichel potrebbe far insorgere allergie in soggetti sensibili a tal elemento. 

Proprio per questo, Clara ha deciso di utilizzare tutte le parti metalliche del reggiseno “Nickel-free”.

7) Il controllo finale

Una volta eseguite queste verifiche, non ci resta che indossare il reggiseno sotto di una camicia o di una maglietta.

Potrai così verificare:

  • La visibilità delle cuciture; 
  • La vestibilità del modello;
  • Il corretto supporto al décolleté;
  • La presenza di eventuali “rotolini sulla schiena” (che dipendono da una fascia troppo stretta).